E. L. Vicenza ottimo lavoro nel 2018

E. L. Vicenza ottimo lavoro nel 2018

Il bilancio di un anno passato insieme
Si avvia alla conclusione questo 2018: tracciando un bilancio, possiamo certamente affermare che è stato un anno più che soddisfacente.
Sotto il profilo dei numeri, è stato uno degli anni più positivi della lunga storia dell’I.P.A. Vicenza; grazie al fondamentale apporto dei Soci di Collegamento abbiamo toccato un nuovo record. L’I.P.A. di Vicenza oggi può contare 480 Soci, 28 dei quali nuovi arrivati nell’Associazione ai quali porgo nuovamente il più caloroso “benvenuto”.
Il Comitato Vicentino dell’I.P.A. si conferma quindi ai primi posti in ambito nazionale, preceduto solo da quello di Venezia che sta operando meravigliosamente diffondendo l’idea dell’Associazione; e di questo va sicuramente dato merito a quanti si prodigano, sacrificando il loro tempo libero, per far crescere ogni giorno l’I.P.A..
Mi sento quindi di ringraziare ancora una volta tutti i cosiddetti “Soci di collegamento” che rappresentano l’I.P.A. nei rispettivi posti di lavoro: da Luca Zimello, Matteo Menegon, Paolo Bertozzo, Marco Polato, Paolo Peron, Carlo De Pretto e Domenico Natangelo per la Polizia Locale, a Armando Bertoldo, Roberto Campesato, Pierangelo Carlesso e Ciccio Santocono per la Polizia di Stato, a Piero Sgorlon, Franco Migotto, Pietro Righele e Massimiliano Chiricotto per i Carabinieri, e ancora Valerio Borsato, Alessandro Cavalli, Rosario Russo e Cosimo Lombardi per la Guardia di Finanza, Toni Mirigliani e Michele Del Vecchio per la Polizia Penitenziaria, a Luca Rizzi e Samuele Orsolon per i Vigili del Fuoco.
Scorrendo il calendario dell’anno appena passato possiamo elencare una notevole serie d’attività, che vanno dalle professionali alle sportive e ludiche, dalle benefiche alle conviviali. Per elencarle in ordine temporale:
la Ciaspolada notturna a Carbonare e Forte
Cherle, quella diurna a Passo Vezzena la partecipazione al torneo di Calcio a 5 a Mallorca (Spagna), l’organizzazione del 10° Torneo di Calcio a 5 per mantenere viva la memoria del Col. CC Valerio Gildoni disputatosi a Longare nel mese di settembre.
Anche nel corso di quest’anno l’I.P.A. Connection Band si è esibita in vari concerti, soprattutto a fini benefici.
Non sono mancati i momenti di ritrovo conviviale come la Porkettata presso la sede degli Alpini di Torri ed il pranzo sociale all’Agriturismo La Campagnola di Ghizzole di Montegaldella, occasione per consegnare alcuni riconoscimenti ai Soci meritevoli.
Ed ancora la gita in Romania ospiti degli Amici dell’I.P.A. di Bucarest con l’attivissimo Presidente Nicu Munteanu (nel 2019 è in programma la visita dell’I.P.A. Bucarest a Vicenza e nel Veneto, per continuare il rapporto di partenariato siglato nel 2015), la
riuscitissima e particolare gita in battello a Marano Lagunare con la minicrociera sul Fiume Stella in compagnia del Capitano
Adriano e la coinvolgente visita alla sede delle Frecce Tricolori a Rivolto con tappe enogastronomiche al prosciuttificio di San Daniele ed alla cantina dei Magredi.
Per non dimenticare il torneo di Tennis “Memorial Melis” giunto alla sua 15^ edizione trattato proprio in questo numero del giornalino, e la partecipazione al 2° Memorial dedicato a “Peri” Rigoni ad Asiago.
Non dimentichiamo poi la solidarietà concretizzatasi con la collaborazione con L.P.S. – Lavoriamo Per un Sorriso, con il Babbo Natale dell’I.P.A. negli ambulatori e nei reparti dell’Ospedale San Bortolo e l’importante raccolta fondi a favore della Borsa di Studio per la figura del Logopedista per il Reparto Maxillo-Facciale dell’Ospedale di Vicenza, oltre alla partecipazione della nostra Band all’evento “Veneto Friends – Uniti per il Veneto”.
Non sono mancati gli appuntamenti professionali con la partecipazione all’annuale Convegno di San Bonifacio, punto fermo dell’aggiornamento sulle tematiche del Codice della Strada e la collaborazione offerta per il partecipatissimo corso di Krav Maga dedicato in particolar modo alle donne.
Sono tornati a Vicenza gli Amici dell’I.P.A. di Pforzheim, città gemella di Vicenza, il cui rapporto di Amicizia è stato siglato nel lontano 1983, nove anni prima del gemellaggio ufficiale tra il Comune di Vicenza ed il Comune di Pforzheim.
Purtroppo, nostro malgrado, nel 2018 abbiamo dovuto rinunciare ad un pezzettino del nostro affiatato Direttivo: nel settembre scorso Maria Luisa Alessi, Vice Presidente in carica, ha ottenuto il trasferimento presso la sua città natale, Reggio Calabria.
Da ricordare infine la collaborazione all’organizzazione del 3° raid per moto storiche Vicenza-Budapest-Vicenza, con il patrocinio della Sezione Italiana dell’I.P.A. e gli incontri con Delegazioni straniere dell’Associazione, che ha visto la partecipazione straordinaria ed inaspettata, negli ultimi chilometri dell’ultima tappa, anche del Ministro Erika Stefani, che si è poi trattenuta per le premiazioni ed i saluti conclusivi.
Il 2018 ha confermato i Carabinieri come forza più presente in seno all’I.P.A. di Vicenza
L’anno che va a concludersi ha visto un’importante novità nella nostra Associazione, ovvero l’ingresso dei Soci Simpatizzanti (i primi tre sono entrati a far parte dell’I.P.A. negli ultimi mesi dell’anno).
Si sono attivate altre 8 nuove convenzioni e confermate le altre, per offrire ai Soci e familiari la possibilità di acquisti a prezzi agevolati o prestazioni professionali in convenzione.
Un cammino sicuramente non sottovalutabile, compiuto grazie a tutti Voi!
Per concludere, un augurio: nell’imminenza delle prossime festività, tutto il direttivo del Comitato esecutivo Locale I.P.A. di Vicenza è vicino ai Soci e alle loro famiglie, augurando un Natale di serenità ed un 2019 di felicità e prosperità nel segno dell’Amicizia.
Andrea Berdin
Segretario IPA Vicenza