Concerto ed Auguri di Natale dell’I.P.A. Connection Band

Concerto ed Auguri di Natale dell’I.P.A. Connection Band

Venerdì 7 Dicembre scorso presso l’Aula Magna dedicata alla memoria degli Agenti “Alessandro Fui e Loris Giazzon” nella sede della Polizia di Stato di Contrà Santa Maria Nova l’I.P.A. Vicenza, con il suo Segretario Andrea Berdin, ha organizzato una serata benefica con la partecipazione dell’I.P.A. Connection Band, formazione musicale composta da appartenenti alle diverse Forze di Polizia e, novità di quest’anno, con l’intervento straordinario dei giovani musicisti della Scuola Media ad indirizzo musicale “G. Bortolan” – Istituto Comprensivo 2 di Bertesinella, e della presenza oramai fissa del nostro trombettista Totò.
In una sala gremita il Presidente dell’I.P.A. Vicenza Pietro Paolo De Blasio ha fatto gli onori di casa, ringraziando il Questore per la sensibilità dimostrata nel mettere a disposizione gli spazi per l’evento e salutando la Prof. Laura Fontana, Vice Preside dell’I.C.2, e ringraziando i Professori che hanno portato i loro alunni a vivere questa emozionante esperienza.
Oltre ai componenti dell’I.P.A. Connection Band (Vito, Tullio, Pino, Luca, Pierpaolo, Daniele, Anna e Katia, oltre a Mario alla regia) sono saliti sul palco altrettanti giovani alunni (tra i quali due ex alunne, già vincitrici nel 2018 di due concorsi musicali nazionali e “con la Bortolan nel cuore” come le ha definite la Prof. Maria Chiara Andriolo) armati di flauto traverso (Petra, Eva, Martina e Giulia), di violoncello (Samuela, Jòvana e Chini) e chitarra (Giovanni e Simone), per esibirsi in tre brani Natalizi, alcuni arrangiati dalla Prof. Andriolo, oltre a due splendide canzoni quali Halleluja di Cohen e Perfect di Ed Sheeran, splendidamente interpretata da Francesco.
È stata quindi la volta di Totò Stefanizzi, a rappresentare l’ANPS con la sua inseparabile tromba, accompagnato dal Maestro Francesco Araldi al pianoforte per due romantici brani.
La terza parte del concerto ha visto l’I.P.A. Connection Band con i suoi cavalli di
battaglia, tra i quali Hotel California, Venus e la splendida Aicha, per finire con Impressioni di Settembre assieme a tutti i ragazzi della Scuola Bortolan guidati dai Prof. Maria Chiara, Anna e Silvano.
Presente alla serata anche una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, con il Consigliere Leonardo De Marzo ed il Capo di Gabinetto Luca Milani: oltre a portare il saluto del Primo Cittadino ed assistere ad una serata divertente e coinvolgente, hanno potuto scoprire un risvolto dell’I.P.A. che ancora non conoscevano. L’Amministrazione Comunale e l’I.P.A. già avevano infatti avuto modo di conoscersi e confrontarsi in occasione di altre attività quali l’incontro con i “gemelli” di Pforzheim (il “trattato d’Amicizia” sottoscritto tra da I.P.A. Vicenza e I.P.A. Pforzheim precede di 8 anni il gemellaggio ufficiale tra i due Comuni), con l’organizzazione del raid per moto storiche “Vicenza-Budapest-Vicenza” (patrocinato dalle due realtà) e quale organo consultivo esterno per le materie di diretto interesse. Ora hanno potuto verificare il risvolto sociale dell’Associazione, che riunisce appartenenti in attività ed in congedo di tutte le Forze di Polizia dello Stato e Locali, oltre che i Vigili del Fuoco, ovvero tutte quelle componenti che contribuiscono a mantenere l’ordine e la legalità nel nostro Paese. Il Consigliere De Marzo, manifestando apprezzamento per l’operato dell’Associazione, è rimasto felicemente meravigliato di apprendere che l’I.P.A. Vicenza è seconda solo a Venezia come iscritti in ambito nazionale, con i suoi quasi 500 Soci.
Alla serata hanno partecipato anche i componenti dei Direttivi dell’A.N.P.S. e dell’A.N.F.I. (con numerosi Soci) e dell’A.N.P.PE.: assenti, solo per un concomitante impegno, gli Amici del Direttivo locale dell’A.N.C..
Visto il periodo pre-Natalizio, presente anche l’Assistente Spirituale della Polizia di Stato, Padre Claudio Pegoraro che, oltre al rito della Benedizione, ha sottolineato l’importanza di vivere la Parola di Dio non solo con la preghiera, ma con i fatti concreti, con la
solidarietà e sensibilità verso chi è meno fortunato e verso i bisognosi, e l’importanza di vivere il senso della Comunità, uscendo dalle proprie case per partecipare alla vita della Comunità stessa, senza isolarsi all’interno del proprio nucleo familiare.
E l’obiettivo della serata, che ha visto particolarmente coinvolti i ragazzi, era proprio quello di guardare a chi è meno fortunato, ovvero ai bambini del Reparto Maxillo-Facciale dell’Ospedale di Vicenza, diretto dal Prof. Ugo Baciliero, che ha presentato il progetto di una Borsa di Studio per la figura di Logopedista, fondamentale per tutta l’attività che segue l’intervento dei bambini affetti da Labiopalatoschisi, e per la quale la somma raccolta durante il concerto (oltre 870,00 €) è stata destinata: la consegna ufficiale è avvenuta nella mattinata di Venerdì 14 Dicembre quando i piccoli pazienti hanno incontrato il Babbo Natale dell’I.P.A. e di L.P.S. (acronimo di Lavoriamo Per un Sorriso).
Particolarmente coinvolti gli insegnanti degli alunni protagonisti: “la gratificazione maggiore è veder brillare gli occhi dei giovani musicisti dopo l’ultima nota del concerto e sapere che si sono divertiti, conservando e alimentando l’entusiasmo per la musica e per il lavoro di squadra, grati per essere protagonisti di un nobile gesto benefico”.
Ringraziando l’A.N.P.S. per la preziosa collaborazione nell’opera di vigilanza per l’accesso alla struttura che ha ospitato la manifestazione, un arrivederci a presto per altre occasioni di sinergico divertimento, sempre con l’obiettivo di essere vicini a chi è meno fortunato.
Ma l’I.P.A. Connection Band non si ferma quì: ancora solidarietà per il Veneto colpito dalle calamità naturali
Dopo la serata alla Caserma Sasso, i ragazzotti della nostra Band hanno raccolto armi e bagagli e, il giorno successivo, sono andati a Grantorto (PD) per partecipare ad una maratona d’eventi (musicali, ludici e d’intrattenimenti vari) per contribuire ad una raccolta fondi a favore delle popolazioni del Veneto colpito dalle calamità naturali abbattutesi sulle zone montane della nostra Regione alla fine dello scorso mese di ottobre.
Ecco quindi che l’Associazione “il Veneto Imbruttito” in collaborazione con i Comuni di Grantorto e Torri di Quartesolo, ha organizzato questa gara di solidarietà denominata “Veneto Friends – Uniti per il Veneto” con cantanti e gruppi, comici, cuochi, blogger ed influencer, tutti insieme per un’unica causa.
Ancora un plauso ai componenti della Band che sono sempre disponibili quando si tratta di aiutare il prossimo.